Roma campione per 55'

Moderatori: RAZZO, Sebring, Gumon, paulìn, ciaoroma, GIANT SQUID

Rispondi
Avatar utente
takeshi
MILLE
Messaggi: 1193
Iscritto il: 14/01/2004, 13:06
Località: Roma talenti

Roma campione per 55'

Messaggio da takeshi » 19/05/2008, 18:56

Roma campione per 55'
ma è festa a Fiumicino

L'esultanza di Vucinic all'8 del primo tempo



Tensione e lanci di oggetti fuori dal Massimino
PAOLO BRUSORIO, INVIATO A CATANIA
Quando Martinez arpiona la palla salvezza in mezzo al presepe gialloroso, la Roma ha smesso di giocare da un pezzo. A Parma, Ibra ha santificato il giorno dello scudetto, il sogno del Grande Sorpasso è spirato dopo un’ora e due minuti e a quel punto infierire su Zenga e i suoi ragazzi deve essere sembrato un gratuito esercizio di severità.

Per tirare eventualmente i remi in barca, i giallorossi aspettavano un segnale dalla via Emilia: raccontando un gol fantasma dell’Inter, radio tribuna li aveva perfino ingannati scatenando la bolgia del Massimino in anticipo sui tempi. Solo così si spiega il lesto ripiegamento della Roma, iniziato con l’Inter ancora sull’uno a zero e, hai visto mai, quando poteva pure sperare in un colpo d’ala del Parma: i giallorossi erano convinti del doppio vantaggio nerazzurro e dell’impossibilità ormai evidente di mettere le mani sullo scudetto. Quattro occasioni concesse al Catania in altrettanti minuti, dal 26’ al 30’ (traversa di Biagianti vanificata da un fuorigioco; un palo di Morimoto; una prodezza di Doni su zuccata del giapponese e una rovesciata di Martinez) prima ancora che l’Inter sigillasse il 16° scudetto, sono una sfilza di indizi che non serve lo special team di CSI per farli diventare una prova.

Cinquantacinque minuti da campioni d’Italia, la perla di Vucinic dopo otto ad illudere la Capitale, un senso di dominio assoluto squagliatosi quando non serviva più. Una settimana a guardarci allo specchio per dire come siamo diventati bravi, come il calcio italiano quasi sembra quello inglese, con le squadre che danno il massimo fino all’ultimo minuto (cosa che peraltro non sempre capita nemmeno lassù) che a Catania finisce come tutti si aspettavano dal gol dell’Inter in poi.

C’è chi le chiama motivazioni, chi invece in un altro modo. Come il presidente dell’Empoli Corsi, piombato in B dopo il pareggio rossoblù. "E successo tutto quello che gli addetti ai lavori pensavano succedesse. E’ una cosa che si sa da mesi, vedere fare il gol del Catania è stata una comica». Schizzi di veleno che il presidente del Catania Pulvirenti e Spalletti lavano via in fretta. "Neanche rispondo, pensino alle loro cose" dice il proprietario dei siciliani in un’imbarazzante tenuta post festeggiamenti (gessato sopra una maglietta della salute, tuta e mocassini); "ha detto una cosa bruttina, noi abbiamo fatto la nostra partita, sto con i miei ragazzi" ha chiosato Spalletti che pure ad Empoli tiene casa e radici.

Che quella al fu Cibali sarebbe stata una partita hard era scontato: in castigo le truppe giallorosse, la Roma è rimasta in balia del tifo di casa. Che ha finito per sconfinare nell’inciviltà. Due taxi diretti allo stadio con a bordo alcuni giornalisti (non solo delle testate romane) sono stati bloccati a poche centinaia di metri dal Massimino e in un caso dalle minacce si è passati all’aggressione fisica. Per non dire del pullmann della Roma centrato dal lancio di oggetti prima di arrivare allo stadio: finestrino del lato autista in frantumi e tanti saluti all’Osservatorio. Questo fuori. Dentro si è giocato in un clima che non ha lasciato molto spazio all’immaginazione. "Non voglio retrocedere, vi prego" diceva un lenzuolo appeso nel settore opposto alla tribuna: una supplica che Walter Zenga (e la Roma) hanno ascoltato e soddisfatto.

Qualcuno vicino alla panchina racconta di un clima tesissimo, di intimidazioni ai giocatori, di un diverbio tra Spalletti e alcuni inservienti catanesi. Di certo il bordo campo alla fine era un suk: saltata ogni marcatura, come in area giallorossa del resto, c’era spazio per tutti e per troppi. "A Roma non tornate" il minaccioso refrain intonato dalle curve: è il fortino del Catania, il Massimino, le regole per chi vuol giocare sono queste. Qui Zenga porta a casa la salvezza e un contratto per l’anno prossimo; la Roma, invece, una corona da damigella (con il record di punti) che ormai le sta così a misura da sembrare persino stretta. "Un voto alla mia squadra? Nove e mezzo" è il sigillo finale di Spalletti.

Cinquantacinque minuti da campioni d’Italia: più che una consolazione, una manciata di sale sulla ferita. Una bruciatura solo in parte lenita dalla clamorosa accoglienza riservata a Fiumicino da alcune migliaia di tifosi giallorossi alla squadra. Rimasti in parte delusi perchè il pullmann coi giocatori ha svicolato da un’uscita secondaria. Ultimo spicchio di una festa agrodolce.



Avatar utente
amburi
CINQUECENTO
Messaggi: 507
Iscritto il: 07/03/2006, 23:38
Località: Roma centro MOTO: ex husky sm 125...ex husky 610 sm (rubata), ora husky 510 SMR

Messaggio da amburi » 19/05/2008, 20:14

è record :lol:


La vità è un brivido che vola via...
[img]http://www.laziocity.net/Salve/attachment/200808/26/2462_1219754269YlNX.gif[/img]
Generazione di sconvolti, che non ha più santi né eroi....

Avatar utente
takeshi
MILLE
Messaggi: 1193
Iscritto il: 14/01/2004, 13:06
Località: Roma talenti

Messaggio da takeshi » 19/05/2008, 20:30

messaggio esclusivo per i lazialotti che non vanno allo stadio a tifare per la loro squadra ....

c'è chi fa' l'amore, e chi si diverte a vederlo fare ...



Avatar utente
amburi
CINQUECENTO
Messaggi: 507
Iscritto il: 07/03/2006, 23:38
Località: Roma centro MOTO: ex husky sm 125...ex husky 610 sm (rubata), ora husky 510 SMR

Messaggio da amburi » 19/05/2008, 22:46

takeshi ha scritto:messaggio esclusivo per i lazialotti che non vanno allo stadio a tifare per la loro squadra ....

c'è chi fa' l'amore, e chi si diverte a vederlo fare ...
non si diserta lo stadio per lasciare la squadra da sola, ma per protesta contro la dirigenza :wink:


La vità è un brivido che vola via...
[img]http://www.laziocity.net/Salve/attachment/200808/26/2462_1219754269YlNX.gif[/img]
Generazione di sconvolti, che non ha più santi né eroi....

Avatar utente
AleMonza
DUECENTOCINQUANTA
Messaggi: 302
Iscritto il: 22/08/2006, 13:10
Località: Monza -MB-

Messaggio da AleMonza » 20/05/2008, 14:01

Be dai.., 54 Minuti :lol: Meglio che niente :lol:


In ogni caso, complimenti alla Roma per non aver mollato fino all'ultimo, :lol: complimenti alla Fiorentina per l'impresa Champions, complimenti anche a Juve e Napoli per un campionato giocato egregiamente..e complimenti a NOI, CAMPIONI D'ITALIA..

Ora e per sempre, avanti INTER! :roll: :D


KTM 640 LC4 DUKE II Ltd.

Rispondi